Basta. Addio al piacere, ai brividi che scorrono sul corpo. In una parola, al sesso. Chi ha un cancro, prima o poi, si chiede se potrà avere di nuovo rapporti. E finisce per alzare un muro, dilaniato dal senso di colpa, perché desiderare una vita normale sembra davvero ‘troppo’. Forse anche tu lo stai pensando. 

Allora, iniziamo le chiacchierate con i nostri coach proprio con il sessuologo Fabrizio Quattrini, presidente dell’Istituto italiano di sessuologia scientifica. “È un tema caldo. Un tempo era difficile che un paziente oncologico affrontasse questi argomenti, che rimanevano tabù” ci spiega l’esperto. “Oggi queste persone, soprattutto i giovani, provano a rompere il muro e ad approcciarsi alla sessualità”. È un tema di tuo interesse? Leggi i consigli del Dott. Quattrini.

1

Informati: ogni patologia, a seconda della gravità e dell’organo coinvolto, ha conseguenze diverse su piacere e sentimenti. Parlane prima di tutto con l’oncologo e con altri specialisti, come il ginecologo o il sessuologo, e non vergognarti di chiedere a loro come reagirà il tuo corpo a interventi e terapie.

2

Datti tempo: il sesso non è mai una corsa e non può certo diventarlo ora. Niente scadenze, fretta o ansia, ma tanto relax. Concediti un tempo ‘vuoto’ e  libero in cui riposarti, ritrovare le forze e poi ascoltare di nuovo il tuo corpo e le sensazioni che ti trasmette.

3

Parla con il partner: questo è un tasto dolente. È normale sentirsi in colpa nei suoi confronti, come se lo stessi privando del tuo amore. Ma confidarsi a vicenda pensieri e timori sull’argomento cancella i sentimenti negativi e ristabilisce la giusta armonia.

4

Sii propositivo: pensa che anche la felicità sessuale tornerà presto. In fondo, sempre più studi dimostrano che essere positivi aiuta e rinforza il percorso di cura.

5

Cambia prospettiva: fare l’amore non si riduce solo alla penetrazione e non si limita all’orgasmo. Ripetiti questo pensiero e mettilo in pratica. Pian piano, lasciati andare a coccole, baci audaci, massaggi e momenti coinvolgenti sotto le coperte.

6

Riscopri l’autoerotismo: la masturbazione è e diventerà la tua alleata. Toccarti è un’ottima (e piacevole) strada per conoscere la nuova versione di te, capire come stai e che cosa ti può piacere ora.

7

Gioca: ebbene sì, parliamo di sex toys. Magari sono già nel tuo cassetto del comodino e quindi puoi rispolverarli, oppure puoi concederti per la prima volta un regalo speciale. Infatti, vibratori e stimolatori sono perfetti per spostare l’attenzione dal rapporto classico a qualcosa di diverso, per divertirti (da sola/o o con il partner), amplificare le sensazioni e lasciare briglia sciolta alla fantasia.