Tumore, alimentazione e Natale: le 5 cose che devi sapere

Tumore, alimentazione e Natale: le 5 cose che devi sapere

4 Minuti13 Dicembre 2022

tumore e alcol


Il nostro nutricoach Luca Imperatori regala ai pazienti oncologici i consigli migliori per pranzi e cenoni natalizi

Gli aperitivi al lavoro o con gli amici, il cenone della Vigilia, i pranzi di Natale e di Santo Stefano e poi, per concludere in bellezza, il veglione di San Silvestro. Ecco l’elenco degli appuntamenti che si susseguono per le festività natalizie. Ma se tutto questo può mettere alla prova qualunque stomaco, figuriamoci cosa significa per chi è in cura per un tumore. Allora, come possiamo conciliare il Natale con le esigenze di mangiare sano e di non peggiorare i disturbi causati dalla chemioterapia, come nausea, inappetenza o pesantezza? Ti aiutiamo noi, con i consigli speciali del nostro coach Luca Imperatori, oncologo esperto in Nutrizione, che ti spiega le 5 cose da sapere su tumore, alimentazione e Natale. “Nessun paziente oncologico deve rinunciare a questi appuntamenti perché rappresentano momenti importanti, fatti da amore e sorrisi, persone care e condivisione, gioia e leggerezza” spiega l’esperto. “Quindi con le giuste dritte possiamo goderceli a pieno”. Leggile tutte, allora, e sarai pronto a viverti queste feste. Noi di Koala Stategy brindiamo con te!

1

Inizia con le verdure di stagione: concediti un aperitivo con verdure di stagione, come radicchio, broccoli e cime di rapa. Ti regalano le fibre di cui hai bisogno, sono antiossidanti e attenuano i radicali liberi degli altri cibi, che sono uno dei fattori di rischio per l’insorgenza dei tumori. Non solo: ti aiutano ad abbassare il picco glicemico, anche questo pericoloso per la salute.

2

Punta su carne a chilometro zero e sardine: la parola d’ordine di pranzi e cene natalizie? Qualità, ovvero ingredienti di buon livello: per esempio, la carne rossa a chilometro zero o il pesce di piccola taglia come le sardine, che sono anche ricche di omega 3. Vanno benissimo anche le ricette della tradizione, purché non troppo caloriche. Allora, via libera ai cappelletti in brodo della nonna.

3

Fai attenzione a cotture e porzioni: anche la preparazione dei cibi non va sottovalutata. La pasta deve essere al dente, mentre carne e pesce vanno ben cotti, così abbassi il picco glicemico, sono più digeribili e perfetti contro la pesantezza data dalla chemio. Se invece, al contrario, hai davvero poca fame concentrati su un paio di piatti e dimezza le porzioni.

4

Brinda con i vini giusti: il cin cin ha una valenza troppo importante per rinunciarci. Quindi, occhio a non bere più di un bicchiere scarso di bollicine. Ai pasti, meglio il vino rosso perché è ricco di resveratrolo, che ha capacità antiossidanti.

5

Concludi in bellezza con le tisane anti-nausea: se la nausea causata dalla chemio non ti dà tregua, fai scorta di tisane bollenti. Le più efficaci sono quelle allo zenzero, al finocchio e all’anice stellata.

Se hai domande per il nostro coach, scrivigli a info@koalastrategy.come. E dopo pranzi e cenoni, raccontaci se i suoi consigli ti sono stati utili.